Regolamenti

Indicazioni per la Conferenza Nazionale sul Lavoro del Partito Democratico. “Persone, lavoro, democrazia”

pubblicato il 3 maggio 2011 , 5757 letture
1) La Conferenza ha l’obiettivo di approfondire la discussione sul tema del lavoro, sulla sua centralità nella società e per il futuro del paese, rafforzando la presenza del partito nel mondo del lavoro e estendendone la presenza organizzata nei luoghi di lavoro.
2) La Conferenza si terrà a Genova il 17 e 18 Giugno.
3) La Conferenza Nazionale e tutti i suoi momenti preparatori sono occasione di confronto con le forze sociali e politiche, con tutte le componenti della società civile e della cultura interessate a discutere sul tema del lavoro.
Composizione della Conferenza Nazionale 1) La Conferenza Nazionale è composta da 600 delegati eletti dalle Conferenze preparatorie o dai Forum del Lavoro territoriali sulla base delle modalità definite dalle Unioni Regionali.
2) La composizione territoriale dei delegati è definita sulla base di una media ponderata fra i voti ottenuti dal PD alle ultime elezioni politiche e gli iscritti al partito, come da allegato.
3) Sono inoltre delegati di diritto i Parlamentari componenti le Commissioni Lavoro della Camera dei Deputati, del Senato e del Parlamento Europeo, i responsabili regionali lavoro del PD, una delegazione dei Giovani Democratici e una delegazione nominata dal Dipartimento Economia e Lavoro e dal Forum del Lavoro.
4) I criteri di composizione delle delegazioni elette, oltre a rispettare la differenza di genere, debbono cercare di rappresentare tutta l’articolazione del mondo del lavoro, dipendente e autonomo, privato e pubblico, dei diversi mestieri e professioni. 
Conferenze e Assemblee territoriali preparatorie  
1) Le Assemblee e le Conferenze preparatorie si tengono a livello di circolo e di Unione Provinciale/Federazione. Le Unioni regionali indicano il loro svolgimento direttamente o delegandolo alle Unioni Provinciali/Federazioni.
2) Alle Assemblee preparatorie di Circolo partecipano gli iscritti con diritto di parola e di voto. Le Assemblee come prevede lo Statuto sono aperte agli elettori.
3) Le Unioni regionali nella ripartizione territoriale dei delegati da eleggere alla Conferenza Nazionale debbono attenersi ai criteri voti/iscritti definiti dalle indicazioni di cui ai punti precedenti.
4) Le Unioni Regionali possono decidere di tenere un’unica Conferenza Regionale, anziché le Conferenze Provinciali/Federazione. 
Documenti della Conferenza 
 1) Il Dipartimento Economia e Lavoro propone il documento politico e programmatico alla base della Conferenza. Il documento, a cui viene data una larga diffusione, viene sottoposto alla discussione delle Assemblee e Conferenze preparatorie. Ciascuna Assemblea e Conferenza preparatoria redige un verbale di sintesi della discussione.
2) Le Assemblee e le Conferenze preparatorie avanzano proposte emendative e integrative al documento. Le proposte emendative e integrative approvate dalle Conferenze Provinciali/Federazioni e Regionali sono sottoposte alla discussione e alla valutazione della Conferenza Nazionale.
3) Le Assemblee e Conferenze preparatorie possono proporre inoltre documenti specifici e ordini del giorno connessi al documento base, oltre che inerenti a questioni locali e territoriali.
4) Il documento finale della Conferenza Nazionale viene proposto alla discussione della Segreteria Nazionale.
servizi
 

commenti

#1  Giuseppe Ardizzone, 30/4/2011

Faccio parte del circolo PD on line " Libertà è Partecipazione" al sito http://circolopd.ning.com riconosciuto ufficialmente recentemente dall'area Organizzazione.Abbiamo elaborato un documento approvato dal circolo dal titolo " una proposta per il lavoro" e desidereremmo poter partecipare come Circolo alle conferenze e assemblee preparatorie . Come possiamo fare ?

invia un commento

Argomenti

dillo ai tuoi amici

Inserisci le email separate da una virgola  
il tuo nome  
la tua email  
un breve messaggio  
 
L'utente, nel premere il pulsante "invia", dichiara di aver letto e approvato l'informativa sul trattamento dei dati.