Articolo

Riparte da Napoli la formazione dei quadri del Terzo Settore

Seminario interregionale in programma dall'11 al 13 maggio. Il progetto ha l’obiettivo di investire sulla formazione delle competenze delle organizzazioni meridionali: cooperazione, promozione sociale, volontariato

di Redattore Sociale,  pubblicato il 11 maggio 2012 , 994 letture
formazionesud.jpg
Riparte da Napoli la terza edizione del progetto Fqts per la formazione dei quadri del terzo settore meridionale, con il I seminario interregionale in programma dall'11 al 13 maggio. Il progetto ha l’obiettivo di investire sulla formazione delle competenze delle organizzazioni di terzo settore meridionale (cooperazione, promozione sociale, volontariato), per costruire un'identità comune attraverso il rafforzamento delle capacità di agire in rete, facilitando così i processi di dialogo con le istituzioni locali e con i soggetti sociali ed economici dei territori.
Il progetto nasce nel 2008, da un’idea del Forum Nazionale del Terzo Settore, Consulta del Volontariato presso il Forum, ConVol - Conferenza permanente delle associazioni, federazioni e reti di volontariato - e Csvnet - Coordinamento nazionale dei centri di servizio per il volontariato - e con il sostegno dalla Fondazione Con il Sud, a partire dalla consapevolezza comune di un contesto sociale caratterizzato da povertà, esclusione sociale, disoccupazione, debolezza del sistema istituzionale, ma anche dalla coscienza delle enormi  potenzialità di sviluppo del territorio.
La prima annualità è stata centrata sull’obiettivo primario di promuovere la capacità di fare rete per favorire lo sviluppo sociale del Sud, partendo da una rinnovata analisi e valutazione della "questione meridionale", mentre la seconda ha individuato il tema dei beni comuni, della cittadinanza attiva, della sussidiarietà, della rappresentanza, del rapporto con le Istituzioni e di un nuovo modello di sviluppo sociale, a partire dal Mezzogiorno.
Questa terza annualità, che la Fondazione Con il Sud ha deciso di rendere stabile assicurando il finanziamento alla formazione per almeno un triennio, pone al centro il tema della crisi che sta attraversando il nostro Paese e che porterà profondi cambiamenti alla società, ed ha l’obiettivo di fare dei temi dell’impegno sociale, della partecipazione attiva e della sussidiarietà, valorizzando e sperimentando anche di nuove forme di democrazia, leve per una diversa idea di sviluppo del Sud. Il progetto privilegia la modalità organizzativa collettiva e partecipata. Il seminario vedrà la partecipazione di tutti i rappresentanti delle organizzazioni che promuovono il percorso Fqts ma anche di esperti e studiosi del terzo settore.
In particolare, venerdì 11 ci saranno gli interventi di Andrea Olivero, Portavoce del Forum del Terzo Settore, su "Origini e vie d'uscita dalla crisi (un problema solo finanziario?)", di Leonardo Becchetti, docente della Facoltà di Economia dell'Università degli studi di Roma Tor Vergata e di Pietro Ferrari Bravo, direttore generale Fondazione Con il Sud. Seguiranno gli interventi di Andrea Volterrani, docente della Facoltà di Lettere e Filosofia dell'Università degli studi di Roma Tor Vergata su "Come produrre il cambiamento culturale: immaginari, rappresentazioni e nuove narrazioni per il terzo settore" e di Stefano Tabò, Presidente di Csvnet, sui "Centri di Servizio per il Volontariato agenti di promozione della comunità". In serata invece Ugo Ascoli, docente della Facoltà di Economia del Politecnico delle Marche, parlerà di "Terzo Settore ed istituzioni: crisi di comunità e comunità nella crisi?"
In programma anche un focus su tre regioni (Calabria, Campania e Sicilia) che aprirà una riflessione sulle tante organizzazioni, associazioni e cooperative che gestiscono servizi ed attività sociali per i più deboli; un bagaglio di esperienze umane e professionali di rilievo nazionale che rischia di non avere più un futuro a causa della crisi.
La giornata di sabato 12 maggio vedrà l'intervento video di Gregorio Arena, docente della Facoltà di Economia dell'Università di Trento, su "Democrazia partecipativa e/o deliberativa, sussidiarietà la crisi della rappresentanza" e di Pietro Fantozzi, docente della Facoltà di Scienze politiche dell'Università della Calabria, su "Quali Comunità per una democrazia deliberativa". A seguire Carlo Borgomeo, Presidente della Fondazione con il Sud, Fausto Casini, Coordinatore della Consulta del Volontariato presso il Forum ed Emma Cavallaro, Presidente ConVol, si confronteranno sul tema "L'azione delle reti nazionali nella costruzione delle comunità". Il pomeriggio sarà dedicato ai laboratori di Progettazione partecipata, Ricerca-azione Sociale e Comunicazione Sociale. Nella giornata conclusiva si svolgerà infine la prima sessione dei laboratori regionali. 
servizi
 
Non ci sono commenti, vuoi essere il primo?

invia un commento

Argomenti

dillo ai tuoi amici

Inserisci le email separate da una virgola  
il tuo nome  
la tua email  
un breve messaggio  
 
L'utente, nel premere il pulsante "invia", dichiara di aver letto e approvato l'informativa sul trattamento dei dati.