Image licensed by Ingram Image
Image licensed by Ingram Image

“Quasi 400 mila domande di disoccupazione in meno nel 2015 rispetto all’anno precedente. Jobs act e misure adottate da governo e maggioranza vanno a segno. Ancora un dato che dimostra come nell’anno scorso ci sia stata una netta inversione di tendenza per la situazione economica del nostro Paese. La crescita, nonostante le difficoltà internazionali ha base solide e la disoccupazione diminuisce davvero”. Lo dichiara la vice capogruppo del PD Camera Titti Di Salvo.

*****

“Le domande di disoccupazione sono calate a dicembre 143.817 richieste, in calo del 33,7% rispetto alle 216.863 domande dello stesso mese del 2014”.

Lo riferisce l’Inps. “Su base annua le domande sono state pari a quasi 2,057 milioni, in flessione del 15,8% rispetto all’anno precedente, quando si erano attestate a 2,444 milioni. In particolare, a dicembre sono state presentate 569 domande di disoccupazione ordinaria, 16.479 di mobilità, e poi 150 domande di Aspi, 34 di Mini Aspi e 126.585 di Naspi”.

“I dati diffusi dall’Osservatorio Inps mostrano che il Paese sta uscendo dalla crsi. Le misure messe in campo dal Governo con il Jobs act stanno dando i frutti attesi”. Lo afferma il senatore del PD Francesco Scalia.

“L’Osservatorio Inps, attestando oggi un drastico calo delle domande di disoccupazione, conferma i dati positivi dell’economia e il fatto che è partita la ripresa. Ora si tratta, anche grazie alle riforme, di continuare ad impegnarsi per ridurre l’utilizzo di tutele, comunque sempre necessarie e ampiamente garantite dal Jobs act”. Così la Vice Presidente del Gruppo PD al Senato, Stefano Lepri, componente Commissione Lavoro.