Livorno

“Il Pd chiede un Consiglio straordinario su Aamps: il sindaco ha il dovere di dare delle risposte”.

Lo chiede il gruppo consiliare del Pd di Livorno.

“Il corto circuito che si sta verificando su Aamps – continuano i consiglieri comunali del Pd – riguarda tutta la città. Ed il luogo di discussione e rappresentanza della città è il Consiglio Comunale. Per questo motivo il gruppo consiliare del Partito Democratico chiederà domattina in conferenza dei capigruppo un’immediata convocazione del Consiglio per discutere le novità su Aamps. Se la richiesta non venisse accolta, procederemo con l’auto convocazione mediante le firme. Noi 7 consiglieri Pd firmeremo”.

“Lo riteniamo un atto doveroso di fronte ai seguenti fatti sopravvenuti negli ultimi giorni:

– le notizie gravi rispetto alla revoca del CDA di Aamps che sono emerse durante la commissione consiliare di venerdì scorso. Azione di revoca che presenta molti dubbi di legittimità e che ha lasciato l’azienda senza guida durante una fase difficilissima;
– la mancata erogazione delle risorse da parte del Comune nelle casse dell’azienda che danneggia la continuità aziendale;
– il braccio di ferro con i fornitori e le aziende dell’indotto che sono ormai allo stremo;

Di tutti questi fatti apprendiamo notizie solo dai giornali. Vogliamo che il rispetto delle istituzioni sia garantito. Il Sindaco deve venire in Consiglio a spiegare tutto quello che sta avvenendo.
Non possiamo vivere, come stiamo facendo ormai da mesi, senza certezze e garanzie su un servizio così importante per i cittadini e che tocca lavoratori, famiglie e posti di lavoro”.