Image licensed by Ingram Image
Image licensed by Ingram Image

Dopo due anni di iter parlamentare e 3.800 vittime di incidenti stradali ogni anno, la legge su l’omicidio stradale è stata bloccata dalle opposizioni.

«Ha prevalso la meschinità- dice David Ermini, responsabile giustizia della segreteria PD in un’intervista su l’Unità – e l`egoismo”.

«Il testo era tornato alla Camera la terza lettura per l`approvazione
definitiva. Forza Italia, il collega Sisto, aveva presentato
due emendamenti. Il primo chiedeva di eliminare l`arresto obbligatorio per chi, sotto l`effetto di alcol e stupefacenti, provocala morte e però si ferma per prestare soccorso. Il voto era palese ed è stato respinto senza problemi. Il problema è nato con il secondo emendamento», ha spiegato.

Forza ltalia chiedeva di evitare l`arresto per chi è alla guida e provoca non la morte ma lesioni colpose.

«Non c`entra nulla il garantismo in questo caso – spiega Ermini -. Quell`emendamento era ed è inutile. Ho cercato di spiegarlo anche a Sisto ma hanno prevalso altre logiche»

«Il disegno di legge dice che in caso di lesioni colpose vale solo il codice penale che già prevede l`arresto facoltativo in caso di lesioni. Esattamemte quello che ha introdotto l`emendamento Sisto.

Si tratta di un emendamento inutile. Un doppione. L`unica conseguenza di questo voto è il ritardo nell`approvazione finale».

«In aula ha prevalso l`interesse privato rispetto a quelle generale.
C`è chi ha votato per fare uno sgambetto al governo. Quello che mi ha fatto più male è l`applauso scrosciante dei colleghi sotto gli occhi dei parenti delle vittime quando la legge è statafermata».

“Si tratta di una legge severa, non ci sono dubbi. Ma se uno ha bevuto o tirato cocaina deve sapere che non può guidare. Detto questo il testo prevede una serie di attenuanti e la pena è dimezzata se c`è corresponsabilità della vittima (attraversa con il rosso) o condotte di terzi. Insomma, sono previste varie sfumature. Ma dobbiamo dare il segnale che le famiglie delle vittime aspettano da anni: severità per chi si mette alla guida fatto di alcol o droghe».

Ha commentato Ermini: “La gaffe più grossa l`ha fatta la Lega. Hanno votato contro una legge che prevede il ritiro del permesso di soggiorno e l`espulsione dello straniero colpevole.

Ermini ha assicurato che “legge sarà approvata. Non ci sono dubbi. E il voto al Senato può essere definitivo. E secondo me va bene anche con la modifica di Sisto visto che ribadisce qualcosa che è già previsto”.