codice appalti

“Semplificazione, trasparenza, lotta alla corruzione e qualità: sono queste le parole chiave che abbiamo messo in campo con questo nuovo Codice”. Graziano Delrio, ministro delle Infrastrutture e trasporti, lo dice presentando il nuovo Codice attuativo della riforma degli appalti esaminato e approvato oggi in Consiglio dei ministri.

Si tratta di ‘una corposa riforma che mira a rendere il sistema dei lavori pubblici e delle concessioni finalmente all’altezza di un grande Paese europeo e che ha come primo principio la semplificazione”, spiega Delrio in conferenza stampa a Palzzo Chigi, con un testo che “sostituisce il vecchio e recepisce tre direttive europee.

Il vecchio Codice aveva oltre 660 articoli e 15.500 commi e mancava nella regolamentazione di alcuni importanti settori come concessioni”, spiega il ministro, “ora invece si passa a 217 articoli, con una grandissima semplificazione nella ricezione delle norme europee in un grande ma snello corpo normativo”.

Nuovo Codice appalti e concessioni – 3 marzo 2016