Renzi Salerno-Reggio Calabria


“Ora buttiamo giù l’ultimo diaframma di questa galleria e poi butteremo giù i pregiudizi”. Lo ha detto il premier Matteo Renzi,  nel corso della sua visita al cantiere dell’autostrada A3 Salerno-Reggio Calabria per la cerimonia di abbattimento dell’ultimo diaframma della Galleria Mormanno Nord. “Quando alla stampa estera – ha aggiunto – ho parlato del completamento della Salerno-Reggio, c’è stata una risata generale. Comprensibile ma mi ha fatto arrabbiare perché non ridevano di me, del ministro o dell’Anas, ma ridevano dell’Italia”.

 

“Quello di oggi è solo l’inizio di una ripresa italiana. Investimenti in Calabria e Sicilia, Matera e grandi operazioni in Campania e penso a Bagnoli. Noi il Mezzogiorno lo riprendiamo punto per punto, centimetro per centimetro, e lo portiamo a essere quello che era all’inizio del processo di unificazione, la guida”, ha assicurato Renzi.

 

“Dobbiamo chiudere il 22 dicembre” i lavori della Salerno-Reggio Calabria”, devono smettere di ridere dell’Italia, il 22 dicembre dobbiamo ridere noi. Da qui ai prossimi mesi lavoreremo e se ci sarà da subire qualche conseguenza anche in questa dimensione speriamo di ridurre al minimo i disagi”, specie in estate. Ad ogni modo, “se non mettiamo un punto fine ci sarà sempre qualche piccolo impedimento; adesso abbiamo un obiettivo. Torneremo a metà luglio per il primo tratto da inaugurare. Il 20, il 22 luglio, decidete il giorno. Guardate però – ha ironizzato il capo del Governo – che non ci sia un Consiglio Ue perché tanto ci sarà in quei giorni, evitiamo il giorno del 27esimo vertice straordinario del Consiglio Ue…”.

 

Per il premier, “è stato fatto passare un messaggio non vero, per colpa della politica, secondo cui non riusciamo a completare le opere pubbliche. Qui c’è un’Italia straordinaria di chi lavora con competenza e capacità e fa cose che in altri Paese spesso non riescono a fare fanno. Perché i nostri tecnici e le nostre aziende lavorano in giro per il mondo? Perché sono più bravi più di altri”.

 

********

La galleria di Mormanno, di cui oggi è stato abbattuto l’ultimo diaframma della canna, è una delle opere più importanti dell’ultimo cantiere per l’ammodernamento dell’autostrada A3 Salerno-Reggio Calabria. La galleria è stata realizzata in variante rispetto al tracciato esistente: è lunga 2,3 chilometri e rientra nel macrolotto 3.2 i cui lavori sono stati affidati al Consorzio Italsarc composto dalle aziende Cmb di Carpi e Ghella Spa. Il macrolotto del tratto compreso tra gli svincoli di Laino Borgo e Campotenese ha richiesto un investimento di circa 600 milioni di euro. Nel nuovo tratto ci sono sei gallerie ed 11 viadotti.

********

Successivamente, il presidente del Consiglio ha visitato a Cosenza il Distretto Cyber Security, nella sede di Poste Italiane:  “C’è bisogno che Poste Italiane, che è’ ormai una grande realtà europea sia non solo una realtà innovativa, ma una chioccia di giovani innovatori. Le Poste non sono più luogo della speranza per sistemarsi ma per mettersi in gioco, inventarsi qualcosa”, ha detto il premier.

“Mentre a Roma la politica discute delle solite polemiche, delle solite chiacchiere, noi stiamo dalla parte di chi lavora. Tutti i giorni ci sono discussioni per sapere se tizio ha parlato e se caio gli ha risposto – ha detto Renzi – Cose interne ai partiti che agli italiani non interessano”mentre “c’è un Paese da rimettere in moto e, costi quel che costi, lo faremo. Piaccia o no, questo Paese ha bisogno di tutti”.