Delibera n. 28 – Integrazione rappresentanti dei candidati regionali e provinciali

 

La Commissione nazionale per l’elezione del Segretario e dell’Assemblea nazionale, riunita il 16 ottobre 2013, a norma dell’art.18 comma 2, in attuazione dell’art.2 comma 1,5; art.12, comma 4, art. 5, art.9 del Regolamento;
delibera che
– le commissioni regionali e provinciali per il congresso debbono essere integrate dai rappresentanti per ciascuna delle candidature a segretario nazionale, e a segretario provinciale e, in qualità di invitati permanenti, rispettivamente dai presidenti delle commissioni regionale e provinciali di garanzia;
– ai candidati a segretario nazionale ,è data la facoltà di nominare i loro rappresentanti nelle Commissioni provinciali, secondo la norma citata, sin dalla fase dei congressi di circolo e provinciali/territoriali. I rappresentanti dei candidati nazionali – in ottemperanza al divieto di apparentamenti con i candidati nazionali di cui all’art. 12 comma 4 del regolamento;
– non sono ammessi a deliberare su questioni riguardanti i candidati alla segreteria provinciale;
– nel corso della prima fase ovvero dei congressi di circolo e provinciali/territoriali i rappresentanti dei candidati nazionali affrontano questioni connesse all’attività di promozione della candidatura sul territorio provinciale, con particolare riguardo alla consultazione e utilizzo dei data base, al procedere del tesseramento e agli aspetti collegati alla eventuale presenza del candidato sul territori;
-successivamente alla proclamazione dei segretari provinciali, nel corso della seconda fase ovvero per l’elezione dell’assemblea e del segretario nazionale, i rappresentanti dei candidati provinciali sono per converso da considerare decaduti;
– in caso di mancata elezione e/o integrazione, o di impedimenti al funzionamento di una o più commissioni provinciali la Commissione regionale provvede alla nomina;
– è compito della Commissione provinciale per il Congresso;
1) stabilire il numero dei componenti della Convenzione provinciale nonché il numero dei delegati spettante ad ogni circolo (art. 5 comma 11 del Regolamento);
2)valutare richieste di nuove tessere da parte dei circoli e distribuirle in tempo utile per lo svolgimento dei congressi;
3) fornire e ricevere gli elenchi degli iscritti ovvero l’anagrafe contenente l’identificazione degli aventi diritto al voto dal Garante del congresso di circolo al termine dello svolgimento delle operazioni di voto. Detta anagrafe così composta deve essere certificata con il voto della maggioranza dei due terzi dalla Commissione provinciale di garanzia;
4) annullare tessere risultanti non pagate fino ad esercitare il potere di annullamento del congresso di circolo;
5) rilasciare ricevuta delle somme consegnate dal garante del congresso di circolo delle somme derivanti da nuove tessere;
6) entro l’8 novembre determinare il numero e l’ubicazione delle sezioni elettorali, sulla base di criteri di omogeneità territoriale e demografica;
7) acquisire i verbali dei collegi e trasmetterli alla Commissione regionale per le operazioni di calcolo di sua competenza (art. 9 del Regolamento);
8) esaminare le richieste di utilizzazione dei data base e provvedere con le modalità di cui alla delibera n.9;
9) in collaborazione con la relativa Commissione provinciale di garanzia vigilare sul corretto svolgimento della campagna elettorale, la piena parità dei diritti, nei modi previsti dal regolamento, a tutte le mozioni politiche.