donna che alza un cartellino rosso
Image licensed by Ingram Image

“Lo sdoppiamento di personalità produce normalmente effetti comici, in politica grotteschi. Abbiamo un Salvini 1, che oggi difende a spada tratta Meloni, e un Salvini 2 che ieri attaccava il ministro Madia. Insomma, sindaco e madre ‘sì’, ministro e madre ‘no’. Sarebbe meglio che Salvini 1 e Salvini 2 si mettessero d’accordo, eviterebbero di fare brutte figure. Non si può essere paladini dei diritti delle donne a corrente alternata, solo quando fa comodo”. Lo ha dichiarato Simona Malpezzi deputata del Pd.

 

Per la senatrice Camilla Fabbri: “il Salvini battagliero che difende il diritto di Giorgia Meloni a scendere in campo e si contrappone alla concezione delle donne mostrata da Bertolaso fa un po’ sorridere, soprattutto se si pensa a chicche dette da lui in passato non proprio a favore dell’emancipazione femminile. Qualche esempio? Le battute su Madia, Boldrini e Moretti, solo per dirne alcune, ora tutte dimenticate per convenienza. Ma fortunatamente scripta manent”.

 

 

“Quelle di Salvini sono uscite sempre strumentali” . Così Alessia Morani ad Agorà dopo aver ricordato a Salvini le sue dichiarazioni su Marianna Madia, che “non poteva fare il ministro perché incinta”, e il leader della Lega ammutolisce.