scuola

“L’investimento del governo Renzi per garantire alle ragazze e ai ragazzi una scuola di qualità continua e con i 63712 insegnanti che saranno assunti con il concorso la buona scuola raggiunge un nuovo obiettivo. Come avevamo detto dopo il piano straordinario di assunzioni di questo anno arriva l’opportunità per migliaia di abilitati di entrare in ruolo a tempo indeterminato, garantendo la continuità didattica che serve agli studenti. Anche questo è un concorso dai numeri straordinari se si pensa che l’ultimo nel 2012 era stato per soli 12 mila posti. Le assunzioni nel triennio saranno quasi 90 mila perché agli insegnanti assunti tramite la procedura concorsuale si vanno ad aggiungere coloro che sono nelle graduatorie residue. Ora la responsabilità dell’apprendimento e del successo formativo delle ragazze e dei ragazzi è delle autonomie scolastiche che devono saper valorizzare al meglio il contributo che ciascun insegnante può dare alla scuola”. Lo dichiara la senatrice del PD Francesca Puglisi, responsabile scuola e università del Pd, capogruppo in Commissione Istruzione a Palazzo Madama.

Classe di concorso

“Un concorso per 63.712 insegnanti per il triennio 2016/2018., un investimento straordinario sulla scuola, addio alle liste d’attesa e i docenti finalmente entreranno in ruolo solo per concorso, come sancito dalla Costituzione italiana. Al termine di questo triennio, si andrà a un nuovo concorso. Quale migliore garanzia per una scuola rinnovata e di qualità ? Sono gli effetti della riforma del Governo Renzi sulla ‘buona scuola’ che garantiranno agli studenti quella continuità didattica a cui hanno diritto. ” Lo dichiara, in una nota, il Presidente della Commissione Istruzione al Senato Andrea Marcucci.