Imagoeconomica
Imagoeconomica

“Questa legge è la cartina tornasole della democrazia di questo Paese: dobbiamo decidere se dare pari dignità sociale a tutti i nostri cittadini come recita la Costituzione, oppure no. Ma chi è contrario lo dica apertamente senza sotterfugi o ipocrisie”. Lo ha detto questa mattina la responsabile Diritti della segreteria nazionale del PD, Micaela Campana in un’intervista a L’Unità.

“Sull’immagine di un partito che si presenta diviso alla prova del voto in aula, la responsabile ribatte: è un racconto fuorviante. Ci sono posizioni comuni e dei distinguo su dei punti precisi della legge. E’ chiaro che fino al voto avremo ancora degli spazi di confronto al nostro interno e con gli altri partiti che condividono l’esigenza di dare finalmente riconoscimento giuridico alle coppie omosessuali”.

“Penso a quanti ragazzi e adolescenti che hanno paura di fare coming out e stanno ascoltando il dibattito di queste ore, a loro abbiamo il dovere di dire che il loro progetto di vita, qualunque esso sia, costituirà un valore aggiunto per la nostra democrazia. – Conclude Campana – Possiamo trasformare questa legislatura nella legislatura dei diritti per quanti fino ad oggi sono rimasti invisibili”, ha commentato.

“Sulle Unioni Civili si smetta di parlare di stralci, e tuttavia su un punto delicato come la stepchild adoption si possono trovare le giuste modalità per tutelare maggiormente i diritti dei bambini. Abbiamo preparato una serie di emendamenti per definire meglio alcuni passaggi della legge. Da parte nostra non c’e’ stata mai nessuna chiusura a proposte serie e non strumentali. Al tempo stesso diciamo no a scorciatoie e nuovi rinvii”.

Lo afferma Ettore Rosato, capogruppo Pd alla Camera, in un’intervista al Messaggero. Quella di Angelino Alfano, che ha chiesto ai senatori Pd di area cattolica e ai 5Stelle di adoperarsi per lo stralcio, “e’ una mossa politica. Non mi sembra il modo giusto di approcciarsi a questa discussione. Qui e’ in gioco un punto delicatissimo come quello della tutela dei minori e si tratta di un punto che non dovrebbe essere usato per questi giochi”, dichiara Rosato. “D’altra parte non posso dimenticare che buona parte dell’opposizione ha avuto un atteggiamento ostruzionistico finora e, di fatto, ha impedito di discutere nel merito”, denuncia il parlamentare Pd.

“Un pezzo del centro destra semplicemente non vuole la legge. Si tratta di un atteggiamento ottuso che ha costantemente ostacolato l’avanzamento dei lavori sulla legge con metodi tipici del filibusterig”.