Abusivismo_edilizio_Ph_Carino_Imagoeconomica
Ph. Carino / Imagoeconomica

 

Risponde Così il deputato democratico Emanule Fiano ad un tweet del vicepremier Di Maio che accusa il PD di tutti gli abusi e sanatorie in Italia.

 

L’Italia non ha bisogno di condoni ma di un progetto contro il dissesto idrogeologico

“Serve Casa Italia, non i condoni”, ribadisce Matteo Renzi nella sua enews.

“L’Italia è duramente provata dal maltempo. Tutti insieme vogliamo offrire il massimo sostegno all’azione della Protezione Civile. E la vicinanza alle famiglie delle vittime” afferma l’ex premier.

 

“Rimane tuttavia un punto: l’Italia non ha bisogno di condoni ma di un progetto contro il dissesto idrogeologico. Per la prima volta nella storia, con il nostro Governo avevamo lanciato un piano ultra decennale, sotto la guida di Renzo Piano: il progetto Casa Italia. Un progetto che in teoria tutti si erano impegnati a non rimettere in discussione.

Eppure – prosegue Renzi – il primo atto del nuovo Governo è stato la cancellazione di Casa Italia e dell’unità di missione sul rischio idrogeologico. Noi abbiamo messo i soldi e attivato le strutture, il nuovo Governo ha rifiutato i finanziamenti europei e sbaraccato Casa Italia“.

 

“Nei prossimi giorni arriverà in Aula il decreto su Genova. Ci hanno messo dentro un condono edilizio, un condono a Ischia. Proporremo di votare un emendamento che cancella il condono e ripristina Casa Italia“.

 

Il responsabile di questa tragedia non si chiama ambientalismo: si chiama abusivismo

“Sfidiamo il Governo – annuncia Renzi – se davvero vi sta a cuore la tutela del territorio cancellate il condono edilizio e ripristinate ‘Casa Italia’. Vediamo se siete seri o no”.

“Nel frattempo – conclude – Salvini dice che è  colpa dell’ambientalismo da salotto. Ministro, ma cosa dici? Il responsabile di questa tragedia non si chiama ambientalismo: si chiama abusivismo, abusivismo! E sostenere l’abusivismo edilizio, a Ischia come altrove, è naccettabile. Del resto Salvini è tra i 5 italiani che ha votato all’Europarlamento contro l’accordo di Parigi sul cambiamento climatico. Noi quell’accordo lo abbiamo firmato quando eravamo al Governo (la foto in alto), Salvini ha votato contro”.

 

Rifiutato dal governo il finanziamento europeo di 800 milioni sul dissesto

“Sconvolge che di fronte ai morti e ai danni incalcolabili causati dal maltempo il governo cerchi ancora di fare inutile propaganda. Stupisce l’assenza di senso di responsabilità, e l’ideologia antieuropeista che porta a rifiutare il finanziamento europeo di 800 milioni sul dissesto“. Lo dichiara Alessia Rotta, vicepresidente vicaria dei deputati del PD.

 

La Lega ha votato tutti i condoni degli ultimi anni

La Lega di Salvini ha votato tutti i condoni degli ultimi anni e ora, insieme ai 5 Stelle, ha fatto dell’abusivismo da piazza la cifra del governo. In Sicilia le persone non sono morte per gli alberi – sottolinea la deputata Dem – ma per un abusivismo cieco. Proprio quell’abusivismo che ora vogliono condonare a Ischia, un’isola con un altissimo rischio sismico”.

 

Hanno cancellato ‘Italia Sicura’ come primo atto di governo

“Invece di costringere l’Italia piangere altri morti a causa dei condoni i due vicepremier dovrebbero ripristinare l’unità di missione per il dissesto idrogeologico e chiedere scusa per aver cancellato Italia Sicura come primo atto di governo. Si fermino – conclude Rotta – sono ancora in tempo per stralciare il condono a Ischia dal decreto Genova, perché di abusivismo si muore“.

 

Dobbiamo fare le leggi per prevenire i disastri

”Il Gruppo del PD esprime vicinanza ai famigliari delle vittime e ai territori colpiti dal maltempo e delle tragedie di questi giorni. E siamo vicini anche agli amministratori di quelle realtà che si trovano a dover affrontare emergenze di cui spesso non sono colpevoli. In questi giorni stiamo tutti piangendo le vittime. Ma le lacrime non possono essere la sola risposta. Noi siamo dei legislatori e dobbiamo fare le leggi per prevenire i disastri e per scrivere norme che permettano di intervenire in maniera efficiente e tempestiva quando accadono queste tragedie“. Lo ha affermato Simona Malpezzi, vicecapogruppo del PD al Senato, intervenendo in apertura di seduta.

 

Chiediamo che nella legge di Bilancio ci siano risorse per combattere il dissesto idrogeologico e mettere in sicurezza il nostro Paese

“Non vogliamo fare polemiche -ha aggiunto- ma siamo convinti che ora servono fatti: per questo chiediamo al governo che nella legge di Bilancio ci siano risorse per combattere il dissesto idrogeologico, per mettere in sicurezza il nostro Paese. E chiediamo con forza che vengano tolte da provvedimenti che ci apprestiamo a discutere, come il decreto su Genova, quelle norme che sono veri e propri condoni, perché di condono, purtroppo, nel nostro Paese si muore”.

 

Consumo del suolo e mutazioni climatiche, battaglie prioritarie

“Nel PD che voglio costruire il consumo del suolo e le mutazioni climatiche sono battaglie prioritarie. Invece, nel dl Genova il governo Lega-M5S ha appena approvato l’ennesima norma pro condoni in prima lettura alla Camera per le abitazioni di Ischia; ha ancora la possibilità di ravvedersi e mi auguro lo faccia al Senato”. Cosi’ Francesco Boccia, deputato PD e candidato alla segreteria del Partito Democratico, in diretta ad Agorà, su Raitre.

 

I condoni non possono essere oggetto di scambio politico e vanno fermati

“Quando parliamo di abusivismo e abbattimenti bisogna essere netti, è evidente che se abbatti ti attiri le inimicizie di chi ha costruito abusivamente ma chi amministra la cosa pubblica deve prima pensare alla qualità della vita di tutti, al rispetto del suolo, alla natura e alla sicurezza dei cittadini. Questi valori sono collettivi e non possono essere oggetto di scambio politico”.