Image licensed by Ingram

“Approvata definitivamente, e con amplissima maggioranza alla Camera, la riforma del Sistema nazionale per la protezione dell’Ambiente e la disciplina dell’ISPRA. L’obiettivo che ha mosso il PD nel fornire all’Italia nuovi strumenti per la salvaguardia del territorio e dell’ambiente è stato quello di riformare l’organizzazione attuale delle agenzie ambientali e renderla più efficiente, anche attraverso una maggiore omogeneità di intervento e di funzione delle stesse.

Questa legge è una risposta importante per il rafforzamento della credibilità del sistema pubblico dei controlli ambientali, garantendo maggiore rete tra le strutture, certezza per i cittadini e per le imprese su tutto il territorio nazionale. Insieme alla legge sugli ecoreati approvata un anno fa, con questo provvedimento si creano poi le precondizioni necessarie per aprire in un quadro di garanzie condivise, ovvero un ragionamento serio sul fronte della semplificazione delle procedure anche in campo ambientale”. Commenta così Chiara Braga, deputata e responsabile Ambiente del Partito Democratico, a latere dell’approvazione definitiva della legge di riforma delle agenzie ambientali poco fa a Montecitorio.

“Di fronte all’aumento crescente dei reati ambientali su scala globale e dei relativi immensi guadagni criminali – continua Braga – è fondamentale avere strumenti normativi, risorse e tecnologie adeguati e soprattutto vicini al territorio. Si rispetta così – conclude Braga- un altro impegno del programma del Governo Renzi che, assieme al Partito Democratico, con l’approvazione della tanto attesa legge contro gli ecoreati, il via libera oggi alla riforma delle agenzie ambientali, l’ok agli “acquisti verdi” nella P.A., l’entrata in vigore del collegato ambientale e del nuovo codice degli appalti, l’ecobonus, l’implementazione del piano per la mobilità sostenibile, l’avvenuta firma dell’Accordo COP21 di Parigi dimostra con i fatti il suo forte impegno sul fronte ambientale”.

 

 

Per il senatore del Pd Massimo Caleo, vicepresidente della Commissione Ambiente: “Con l’approvazione della legge che riforma le agenzie ambientali e istituisce il Sistema nazionale a rete per la protezione dell’ambiente, attribuendo anche più competenze all’Istituto superiore per la protezione e la ricerca ambientale (Ispra), sarà più semplice dare piena attuazione alla legge sugli ecoreati, con maggiori controlli e più efficienti. Prosegue la fondamentale attività di riforma del governo e del Parlamento, che in questa legislatura sta riguardando anche l’ambiente e si delinea un sistema avanzato per la salvaguardia degli ecosistemi”.

“Questa legge d’iniziativa parlamentare – prosegue Caleo – ha visto il lavoro sinergico di Camera e Senato. Oggi si raggiunge un traguardo importante, anche perché la legge istituisce i Livelli essenziali per le prestazioni tecniche ambientali (LEPTA) con standard di qualità e anti-inquinamento che dovranno valere su tutto il territorio nazionale”.