A partire dal 2014 il contribuente ha la possibilità di destinare il 2 per mille della propria Irpef in favore di un unico partito, tra quelli inseriti nell’apposita sezione del registro nazionale.
I partiti che possono accedere a tale forma di finanziamento hanno risposto a due requisiti imprescindibili:
1.    La pubblicazione del Bilancio
2.    La dotazione di uno Statuto che regoli democraticamente la vita interna al partito stesso