Alla presentazione ieri del programma sport del Pdl, passata senza lasciare traccia nei giornali di oggi, il segretario Angelino Alfano ha lodato e incensato, in mezzo ad un milione di dirigenti sportivi e volontari, che ogni giorno si sacrificano nei polverosi campetti di periferia, ovviamente ‘Lui’, l’unico, il Presidentissimo Berlusconi che “con la sua carriera sportiva è stato un esempio per milioni di dirigenti e di giovani e che – udite,udite – meriterebbe un oscar alla carriera”. 

Non sappiamo se tra le proposte per lo sport ci sia anche un corso di formazione universitario su come diventare presidente del Milan. 
Di certo abbiamo capito qual’è lo sport preferito di Alfano: il salto in basso…che più basso non si può.