Un deputato del Movimento 5 Stelle ha offeso il Presidente della Repubblica dandogli del boia. È un atteggiamento insopportabile e una forma di stupidità, prima ancora che di violenza verbale, che non ha eguali nella storia repubblicana. La solidarietà a Napolitano, innanzitutto. Ma anche un appello ai (tanti) deputati e senatori per bene del movimento di Grillo. Non permettete che i toni assurdi di una parte dei vostri colleghi squalifichino il vostro lavoro. Che vi taglino fuori dalle riforme, come pure sta accadendo. Che vi impediscano di lavorare per il bene dell’Italia. Per uno che urla e sbraita, ci sono cinque, sette, dieci che in silenzio lavorano, e spesso lavorano bene. Perché continuare a tenere il Movimento 5 Stelle ostaggio di chi insulta e non provare finalmente a cambiare le cose?. Lo ha postato il segretario Matteo Renzi sul suo profilo Facebook. “Grillo si scusi e prenda le distanze da Sorial per le pesanti offese contro il Capo dello Stato. Il comportamento inqualificabile e sguaiato del M5S ha superato il limite della decenza. Ricordiamo al deputato Sorial, visto che sembra averlo dimenticato, che siede in Parlamento ed è un rappresentante delle Istituzioni. Si tratta di insulti inaccettabili per cui ci attendiamo da Grillo e dal suo parlamentare scuse immediate”. Lo ha detto Pina Picierno, Responsabile Legalità e Sud del PD. Per Maria Elena Boschi, responsabile Riforme del Partito Democratico, “le parole che il deputato del M5S Sorial ha rivolto oggi al Presidente Giorgio Napolitano sono assolutamente inaccettabili. Siamo di fronte a un oltraggio che non ha nessuna giustificazione, un attacco volgare alle nostre istituzioni democratiche. Esprimo al Capo dello Stato la mia solidarietà e quella del Pd”. Emanuele Fiano, capogruppo Pd in commissione Affari Costituzionali ha dichiarato: ?Le squallide parole del deputato Sorial del M5stelle che ha utilizzato in conferenza stampa per accusare il presidente Napolitano di inesistenti nefandezze, provano a nascondere il rischio che il movimento di Grillo sta facendo correre agli italiani e cioè che la continuazione del loro ostruzionismo in aula alla Camera possa portare alla decadenza del decreto Imu-Bankitalia e dunque all’obbligo per tutti i cittadini del pagamento dell’Imu. Sorial dovrebbe scusarsi, ma non lo farà. L’aumento della volgarità nelle loro parole è direttamente proporzionale alla povertà delle loro idee?.”