La Commissione nazionale per il Congresso, riunitasi in data 21 febbraio 2019,
premesso che l’art. 9, comma 7 dello Statuto del PD prevede che le liste di candidati all’Assemblea nazionale, nella loro composizione devono rispettare l’alternanza di genere;

delibera

in caso di dimissioni di uno o più candidati all’Assemblea nazionale, dopo l’accettazione delle liste e prima delle primarie, fermo restando la validità della lista ammessa, si provvederà a far scorrere in alto nella lista, ove possibile, il candidato dello stesso genere di quello dimissionario, che in tal modo prenderà il posto originariamente occupato dal dimissionario. Allo stesso modo, lo slittamento in alto riguarderà tutti i candidati dello stesso genere di quello dimissionario, fino ad arrivare alla fine della lista. Se tale slittamento non dovesse essere possibile, la lista resterà valida e conterrà solo i candidati residui.
 
Scarica la Delibera n. 60 – Dimissioni candidati Assemblea