“Sarebbe sbagliato non comprendere la delusione e la stanchezza di un popolo, quello di centrosinistra, provato dalle divisioni, dai litigi intestini, dalle scissioni di questi anni. Ma basta guardarsi intorno, in Italia e nel mondo, per convincersi che non e’ certo il tempo per l’indifferenza o la rinuncia”. È questo l’appello che Walter Veltroni rivolge agli elettori del centrosinistra, invitandoli a partecipare al voto delle primarie di domenica 3 marzo.

“È tempo – aggiunge Veltroni- di dare un segno, tutti insieme, che la democrazia è viva. Che un partito è, prima di tutto, del suo popolo. Spero che, domenica, in tanti votino. E che il Pd riprenda, unito, il suo cammino”.

 

L’appello a partecipare alle primarie del Partito democratico è arrivato anche da Romano Prodi, attraverso un video messaggio diffuso in rete:

“Perché andare a votare alle primarie del Pd? È semplice: l’Italia non va bene, i due partiti di governo non fanno altro che litigare e ci hanno diviso da tutti gli altri amici europei. Adesso si è visto dalle ultime elezioni che l’unica alternativa, l’unico cambiamento, può essere dato dal Pd”, ha detto il fondatore dell’Ulivo.

“Il Pd – ha proseguito Prodi – ha tardato troppo a fare il congresso, ma adesso finalmente ci siamo e dobbiamo riunirci per poter cambiare la situazione politica del Paese. Dobbiamo andare in tanti a votare per dare forza, sicurezza a colui che sarà eletto segretario. E lui dovrà e potrà essere in grado di scegliere le persone che portino finalmente verso il cambiamento”.