L’Usigrai lancia su Facebook un’iniziativa di protesta contro il ricorso della Rai a giornalisti esterni: “Raccontiamo chi siamo. Raccontiamolo ai cittadini”, per far capire a tutti la ricchezza che già esiste al proprio interno e, dice, facciamolo con l’hashtag #iocimettolafaccia

Anche io vorrei dare un contributo. E senza scomodare nomi gloriosi del passato, vorrei raccontare un esempio di quella che è la ricchezza interna di una grande azienda: ho visto Marco Clementi, inviato del Tg1, intervistare il marito di Claudia D’Antona, rientrando insieme nello stesso ristorante di Dacca in cui la moglie ha perso la vita e lui si è salvato perché era fuori per una telefonata. Un pezzo di giornalismo, di professionalità ma soprattutto di umanità e sensibilità.

Quanti Marco Clementi ha la Rai? In quanti ogni giorno ne fanno crescere autorevolezza e credibilità?

E allora, Usigrai, perché non proponi un ricorso dinanzi al giudice del lavoro per comportamento antisindacale?

 

Fonte: Affaritaliani.it