“La digitalizzazione del certificato di proprietà da parte dell’ACI non è una bazzecola.” Lo afferma Sergio Boccadutri, coordinatore dell’area innovazione e deputato del Pd, che prosegue: “La cancellazione del documento cartaceo non aumenta solo la sicurezza rispetto a furti o falsificazioni, ma risolve soprattutto il problema di chi deve denunciarne lo smarrimento. Sono almeno 300mila utenti che ogni anno si recano presso uffici di Polizia o le caserme dei Carabinieri: considerando almeno mezz’ora per ciascuna denuncia la digitalizzazione fa risparmiare alle forze dell’ordine 150mila ore di lavoro che possono essere destinate così a attività più utili per la sicurezza dei nostri cittadini. L’Aci oggi si fa protagonista di un concreto processo di switch-off dal cartaceo al digitale che sarà avviato con l’attuazione della Riforna Pa”