“Ritorna in Aula martedì 15 settembre, con il seguito della discussione, la proposta di Legge Delega al Governo per “il riordino del Sistema nazionale di Protezione Civile”, di cui sono prima firmataria. La Protezione civile italiana è un’eccellenza a livello internazionale, riconosciuta e valorizzata nella gestione di grandi emergenze, sia in Italia che all’estero. Ma di fronte all’aumentare della frequenza e della complessità delle situazioni di rischio, alla ripetuta disomogeneità delle condizioni di intervento, è necessario rendere il sistema nazionale di Protezione Civile pronto anche a nuove e sempre più articolate sfide.

 

È questo il senso della proposta di Legge Delega sul riordino della Protezione Civile: ovvero ricostruire un quadro certo ed omogeneo, che sia in grado di dare risposte adeguate ai cittadini, alle imprese, alle istituzioni coinvolte da calamità e catastrofi. Rendere perciò disponibili strumenti più efficaci per affrontare la fase dell’emergenza acuta, ma anche quella successiva: quando si tratta di creare le condizioni per una ripresa delle normali condizioni di vita nei territori, da Nord a Sud, colpiti da calamità”.

 

Lo ha dichiarato Chiara Braga, deputata e responsabile Ambiente del Partito Democratico, sulla ripresa in Aula dell’iter della proposta di Legge Delega al Governo per il riordino del Sistema nazionale di Protezione Civile.