“Abbiamo approvato un importante provvedimento per il Mezzogiorno. Un decreto legge che affronta delicatissime questioni dando risposte razionali e funzionali. Penso ad Ilva e agli investimenti a supporto della sanità pugliese, all’incremento del fondo per la non autosufficienza, a Bagnoli, al commissario per affrontare definitivamente la questione delle depurazione delle acque reflue superando le costosissime infrazioni comunitarie. Fino alle risorse per il prossimo G7 di Taormina per evitare errori del passato e per cogliere l’occasione di una straordinaria vetrina mondiale per l’Italia e il sud”. Così Stefania Covello, responsabile nazionale del Mezzogiorno e dei Fondi Europei.

“Abbiamo ampliato le disposizioni relative al credito d’imposta per utilizzare al meglio gli oltre 600 milioni di euro a disposizione per creare nuova occupazione. Ma non è un semplice elenco di misure. Nel corso dell’iter parlamentare il provvedimento è stato ulteriormente migliorato con emendamenti importanti anche delle opposizioni. In questi anni il Mezzogiorno è tornato protagonista della scelte strategiche per il Paese, dal masterplan alle infrastrutture e anche l’ultima legge di bilancio lo ha dimostrato. Sappiamo che non è un percorso facile e che tante sono le difficoltà ma abbiamo consapevolezza che questo investire sul Mezzogiorno dalla cultura alla formazione, dall’ambiente al turismo, alla riqualificazione urbana supportando le attività produttive porterà risultati positivi”.