II caso Consip diventa un caso di depistaggio. Che idea si è fatto?

«Bisogna ringraziare la procura di Roma che, come sapevamo, è molto scrupolosa. Ma è inquietante».

 

Perché “inquietante”?
«Se verrà accertato che un capitano dei carabinieri, un ufficiale di polizia giudiziaria commette una cosa di questo genere è molto grave. Parliamo di una persona che dovrebbe tutelare i cittadini».

 

È possibile che abbia fatto tutto da solo o, per lei, c`è un mandante?
«Personalmente mi sembra strano, se fosse accertato il dolo, che abbia fatto tutto da solo».

 

Qualcuno ha usato un`indagine per colpire Matteo Renzi?
«Se fosse accertato il dolo, certamente sì».

 

Bisogna guardare agli apparati dello Stato?
«Di sicuro un ufficiale di polizia giudiziaria è una parte dello Stato».

 

Chi potrebbe aver avuto interesse a falsificare atti di un`indagine?
«Non lo so. Ma sono certo che la procura di Roma lo individuerà».

 

Il carabiniere indagato si è avvalso della facoltà di non rispondere. Da avvocato, cosa significa?
«Sotto l`aspetto tecnico è un diritto che tutti hanno, compreso il carabiniere. Però, da cittadino comune, mi chiedo la ragione. Se avesse semplicemente sbagliato, avrebbe potuto dire: “Ho commesso un errore, vi chiedo scusa”. Non parlare e aspettare di leggere le carte del pm per decidere se parlare o no, qualche dubbio lo pone».

 

Il M5S dice: è caduto un indizio, ma non l`inchiesta per cui Tiziano Renzi e Luca Lotti sono indagati.
«I politici possono discutere sulle sentenze. Ma tentare di utilizzare parti delle indagini per decidere come sono andate le cose, è altrettanto inquietante. Lasciamo lavorare i magistrati».

 

Una sua compagna di partito, Daniela Ferranti, ha parlato di fatti eversivi. Condivide?
«Eversivi non saprei. Certo, non è un privato cittadino che fa un falso, ma un funzionario pubblico e su indagini delicatissime. E poi c`è un altro fatto».

 

Cosa?
«La procura di Roma ha indagato e scoperto questi falsi. Ma è possibile sia capitato ad altri cittadini comuni?».

 

Intanto il M5S si è avvantaggiato.
«Il M5S la butta in caciara per mascherare i suoi guai a Palermo, a Roma, a Genova. Si beccheranno sonore querele. Renzi si tutelerà».