Emergono dettagli inquietanti su una possibile attività di controllo e spionaggio della Casaleggio&associati ai danni dei parlamentari del M5s. Se confermato, si tratterebbe di un fatto di inaudita gravità. E’ necessario quindi che gli organi di controllo parlamentari e la stessa magistratura accendano un faro sulla vicenda.

Ma, come nel caso di Quarto, stupisce il silenzio dei Cinque stelle. A partire dal direttorio e da Luigi Di Maio, tra l’altro vicepresidente della Camera. Non una parola per confutare o spiegare quanto apparso sui media, non una parola rispetto alla nostra richiesta di chiarezza.

Cosa hanno da nascondere i Cinque stelle e il loro padrone Casaleggio? A Quarto, sulla camorra, silenzi e balbettii per una vicenda mai chiusa. Oggi andiamo ancora peggio.