Mi sono recato questa mattina, a nome del PD e del segretario Matteo Renzi, a visitare l’Agente della Polizia di Stato ferito ieri sera in Stazione Centrale insieme a due colleghi militari, nel corso di un operazione di identificazione da un uomo armato di coltello.

 

Ho espresso a lui, al questore e al Prefetto di Milano tutta la nostra vicinanza e gratitudine per la loro azione di controllo del territorio e per il coraggio e la prontezza di tutti gli operatori della sicurezza a Milano. Ho trasmesso anche il nostro abbraccio ai due militari ricoverati da ieri sera per le ferite riportate.

 

Nessuno speculi su quanto accaduto, non è la propaganda politica che risolve i problemi della sicurezza, ne la speculazione sulla paura, sono le nuove leggi approvate, la competenza e la professionalità delle donne e gli uomini del comparto sicurezza, è la capacità di tenere insieme diritto alla sicurezza e diritto all’accoglienza, diritti e doveri, duri contro chi delinque, seri nei confronti dell’integrazione.

 

Domani a Milano sfileremo per il diritto all’accoglienza nelle regole e nella legalità, chi pensa di usare quell’occasione per politicizzare una manifestazione civile, fa un grave errore. Manifesteremo per una Milano democratica, sicura, accogliente. A chi ogni giorno mette a rischio la propria vita per difendere la nostra sicurezza, il nostro ringraziamento profondo.