Ormai ad ogni livello del partito si sottolinea la necessità di un coinvolgimento più attivo dei Territori e dei circoli territoriali.

Soprattutto in tema di ambiente e salute, ed ancor più nella costruzione della transizione energetica e conseguente declinazione della stessa sui territori, il Partito Democratico non può dunque prescindere dall’ascolto della sua Comunità che vive ogni giorno contesti eterogenei e, talvolta, emergenziali.

Per questo si impegna l’Assemblea Nazionale ad istituire una “Commissione Speciale per la transizione energetica nei territori“, che coinvolga non solo il PD Nazionale ma anche i Circoli Territoriali che ne facciano specifica e motivata richiesta, affinché le decisioni e le funzioni svolte dal PD Nazionale e dai Parlamentari del partito, su questa tematica, siano davvero rappresentative della base degli iscritti e dei simpatizzanti, partendo da un punto: Alla luce delle novità e dei nuovi investimenti dell’UE, occorre un cambio di strategia nazionale sulla transizione energetica, che si traduca in un impegno maggiore nell’abbandono dei combustibili fossili a fronte di un investimento più concreto sulle energie rinnovabili, da realizzare in una ridiscussione del capacity market e del Piano Nazionale Energia e Clima (PNIEC). Questa Commissione si impegna, possibilmente dandosi tempi ragionevoli, ad analizzare le diverse situazioni territoriali per poi costruire delle soluzioni condivise da rappresentare ai Deputati e Senatori del PD per una conseguente attività parlamentare.

 

Stefano Giannini

Federico Barli

Gianmarco Franchi

Francesca Castagna

Debora Trebbi

Bruno Astorre

Cristiana Viola

Enzo Foschi

Silvia Marongiu

Ezio Di Genesio Pagliuca

Alessandra Vona