“Quale è il senso e il messaggio della diretta di Raiuno per i funerali di Palagonia? Il servizio pubblico sfrutta la disperazione e il dolore per fare ascolti? Chiederò che se ne occupi l’ufficio di presidenza della commissione di Vigilanza, per valutare un’audizione urgente del direttore di Raiuno. Servono spiegazioni”. E’ quanto dichiara il deputato del Partito democratico e segretario della commissione di Vigilanza Rai, Michele Anzaldi.

 

“Di fronte alla decisione di trasmettere in diretta – spiega Anzaldi – il funerale della coppia siciliana brutalmente uccisa domenica scorsa, viene da chiedersi se la stessa scelta sia stata fatta in passato per altre vicende parimenti tragiche e se sarà fatta quando si verificheranno altre gravi tragedie di cronaca. Quella della diretta di Palagonia appare una scelta che rischia di apparire come un propensione alla strumentalizzazione del dolore, una deriva non da servizio pubblico. La Rai avrà il coraggio, allora, di mostrare la scioccante foto pubblicata in rete dal direttore del settimanale ‘Vita’, che mostra un bimbo siriano di pochi anni trovato morto affogato lungo una spiaggia?”.