Grillo per coprire l’inettitudine della Raggi sulla gestione dei rifiuti e non solo, cerca di spostare il dibattito sulla questione inceneritore. A Roma i 5 stelle hanno fallito nell’organizzazione dell’ intera filiera del ciclo dei rifiuti. Ora con il piano Ama si preparano a scaricare sull’Azienda gli oneri della raccolta mentre i profitti vengono veicolati verso i privati. Insomma nei giorni delle bugie del sindaco sui rifiuti, smentita anche dalla UE, continua il lavoro di Grillo per spostare l’attenzione dai disastri combinati da una giunta eletta dai romani ma guidata da una azienda privata milanese.