“Come era facilmente prevedibile l’emendamento che liberalizza completamente a favore dei cittadini l’utilizzo di strumenti di pagamento alternativi al contante sta suscitando molte reazioni. Nessuno, dalle associazioni dei consumatori a quelle dei commercianti o degli artigiani, nega la necessità di aumentare il volume dei paganti elettronici nel nostro paese, per il quale abbiamo un triste record in Europa, ma ciascuno tenta di tirare la coperta dalla propria parte. Insomma quindi la confusione è grande sotto il cielo, la situazione è eccellente e confido che la norma sarà approvata.”

 

Lo afferma Sergio Boccadutri, deputato e coordinatore Area Innovazione Pd, che prosegue: “Mi sento solo di stigmatizzare la contraddizione di chi qualche mese fa ha commentato favorevolmente l’innalzamento della soglia sul contante e che oggi definisce questa proposta ‘sciocchezza’. Questa è una proposta esattamente complementare a quella: da un lato c’è chi vuole pagare in contanti, dall’altro c’è chi preferisce utilizzare strumenti più moderni. Non capisco come si possa considerare la libertà di scelta degli uni più garantita di quella degli altri”.