“E’ stato approvato oggi l’emendamento alla legge di stabilità sui pagamenti digitali, si tratta di un passo che produrrà grandi effetti. Il vasto dibattito che ne è scaturito nelle settimane scorse dimostra che la consapevolezza e la disponibilità all’innovazione dei cittadini su questi temi è in netta crescita e che l’Italia recupererà presto il grave ritardo che sconta rispetto al resto d’Europa sull’utilizzo della moneta elettronica.”
Lo afferma Sergio Boccadutri, coordinatore area innovazione e deputato del Pd, che prosegue: “L’emendamento si fonda su tre pilastri: la possibilità di utilizzo di carte di credito o debito senza alcun limite, sanzioni per chi ostacola l’effettiva libertà del consumatore di scegliere come pagare e infine la previsione di commissioni interbancarie ulteriormente ridotte sotto i 5 euro per incentivare l’uso quotidiano degli strumenti di pagamento digitali. Si tratta di una scelta di libertà con logica win-win: è una norma esattamente complementare al’innalzamento del limite del contante, è il cittadino-consumatore che sceglie gli strumenti di pagamento a lui più congeniali”.