“Apprendo che Iliad è intenzionata ad entrare nel mercato italiano come quarto operatore mobile, beneficiando di alcune condizioni poste alla fusione H3G-WIND. Il mercato mobile italiano è ad uno snodo fondamentale, perchè siamo alla vigilia di una nuova evoluzione tecnologica delle reti, grazie al 5G.” Lo afferma Sergio Boccadutri, coordinatore dell’Area Innovazione del Pd, che prosegue: “Il passaggio al 5G è fondamentale per la competitività della nostra industria e dei sevizi ai cittadini, tra questi rilevantissime le applicazioni tecnologiche per la salute. Quindi l’ingresso di un nuovo operatore mobile va valutato non solo a una antica idea della concorrenza ma anche in base all’innovazione. L’Italia ha fatto una scelta netta e fortemente strategica che è quella dell’infrastrutturazione in fibra come base di sviluppo del sistema paese. E’ fondamentale dunque che i nuovi player che entrano nel mercato agiscano in coerenza con questa chiave di volta. E’ per questo che la valutazione di un mercato concorrenziale non può essere solo fatta guardando alla sua componente statica, concorrenza dei prezzi, ma oggi va esplorata anche la sua componente dinamica, quella fondata sull’innovazione che alla lunga produce i veri vantaggi per i consumatori. Proprio per questo è opportuno che il governo monitori con massima attenzione questa fase anche chiedendo alla Commissione di lanciare un market test, in modo da consentire a tutti gli stakeholder e al governo stesso di valutare nel dettaglio il piano dei nuovi entranti.”