“Non si arresta la tragica conta delle donne vittime di violenza domestica e di amori molesti. Tuttavia è sempre un conto monco, perchè non ci sono solo le morti, ma andrebbero contate anche tutte quelle donne che continuano a subire in silenzio e che sfuggono alle statistiche. Purtroppo vediamo che quello della violenza sulle donne è un fenomeno non solo italiano. L’altro giorno la Polizia tedesca per la prima volta ha diffuso i dati sulla violenza di genere, contando 100 mila vittime”. Lo dice in una nota Micaela Campana, responsabile Welfare e diritti della segreteria nazionale del PD.
“I dati del 1522, numero della Presidenza del Consiglio, ci mostrano un aumento delle chiamate e questo è un segnale positivo. In questi anni, grazie alla mobilitazione del mondo della cultura e della politica, è stato possibile cambiare la percezione di quello che avviene all’interno delle mura domestiche, trasformando la violenza da un fatto privato ad una questione pubblica.- Conclude Campana – Aumenta la sensibilità, ma dobbiamo fare in modo che sia prima di tutto una battaglia condotta dagli uomini quella contro la violenza sulle donne. Senza il loro aiuto, ogni sforzo non sarà mai adeguatamente sufficiente”. Così Micaela Campana della segreteria PD.