Image licensed by Imagoeconomica

“L’esame del ddl Pillon è sospeso in Commissione Giustizia fino al 7 maggio. E’ una nostra prima vittoria, visto che come senatori PD ci stiamo opponendo con tutte le forze a questa controriforma del diritto di famiglia, contro la quale le donne sono scese in piazza in tutta Italia. È anche un ulteriore segnale di difficoltà nella maggioranza, dove il M5s prova a rialzare la testa schiacciata dal giogo leghista. Nonostante le dichiarazioni di Spadafora, però, le firme grilline rimangono in calce al disegno di legge del Carroccio e i senatori pentastellati continuano a rimanere in silenzio”. Lo dice la senatrice Valeria Valente, presidente della commissione femminicidio e componente della commissione Giustizia.