“Sui balneari assistiamo ancora una volta a una inammissibile doppiezza e inaffidabilità della Lega: prima i ministri leghisti approvano il testo in Cdm e cinque minuti dopo Matteo Salvini lo rimette in discussione preannunciando presunte migliorie parlamentari. Per noi vale la posizione assunta in Consiglio dei ministri all’unanimità. Non sono ammissibili giochini politici. Perché con queste emergenze c’è poco da giocare. E così non si fa il bene né dei balneari né del Paese”.

Così Antonio Misiani, responsabile Economia del Partito Democratico