Renzi: Il tempo dimostra chi aveva ragione, non si molla

“Anche oggi dal FMI arriva la conferma della ripresa economica del nostro Paese. Le previsioni del FMI infatti stimano che il PIL italiano aumenta ancora e che la disoccupazione cala, così come si riduce anche il debito pubblico.

 

Dal FMI arriva dunque l’ennesima prova che il Paese cresce grazie alle riforme messe in campo del governo Renzi e proseguite da quello Gentiloni, un’ulteriore dimostrazione che la ripresa è in atto e che dobbiamo insistere sulla via delle riforme”.

Così Ernesto Carbone, responsabile Sviluppo economico del PD.

 

Il Fmi conferma la ripresa dell’Italia quest’anno al +1,5%.

Nel Regional Economic Outlook per l’Europa, il Fondo conferma l’accelerazione in un contesto di crescita rafforzata in Europa e nell’Eurozona.

 

Il PIL italiano crescerà dell’1,1% nel 2018 e dello 0,9% nel 2019. Ribadite anche le stime per la disoccupazione, che calerà all’11,4% nel 2017.

 

Il debito quest’anno è atteso al 133%, per scendere al 131,4% nel 2018 e al 128,8% nel 2019.

 

Il deficit è stimato al 2,2% nel 2017, per scendere all’1,3% nel 2018 e allo 0,3% nel 2019.