“In questi giorni di vacanza e di spostamenti gli italiani hanno ricevuto in regalo dal “capitano” Salvini aumenti vertiginosi della benzina, arrivata a sfondare i due euro al litro. Una sorpresa amara per milioni di italiani che stanno pagando quella che potremmo definire la “Salvini-Tax” sugli automobilisti, considerando che le promesse sulla riduzione delle accise, sbandierate dal Vicepremier, sono svanite nel nulla”. Così in una nota il responsabile comunicazione del Pd Marco Miccoli.