Freccia in crescita sfonda un muro consumi
Image licensed by Ingram Image

“I primi segni di ripresa economica sono dati incoraggianti che ci spingono ad andare avanti nella strada intrapresa finora, continuando ad accelerare sulle riforme”. E’ quanto dichiara il responsabile Economia del Partito Democratico, Filippo Taddei.

“Il Centro studi di Confindustria vede i primi segni della ripresa a partire dall’inizio del 2015. Si tratta di dati incoraggianti, che ci spingono ad andare avanti nella strada intrapresa finora, continuando ad accelerare sulle riforme”. E’ quanto dichiara il responsabile Economia del Partito democratico, Filippo Taddei.

“Secondo le rilevazioni del Csc – spiega Taddei – per il 2015 è previsto un segno positivo del Pil a +0,5%, mentre nel 2016 la crescita indicata è di +1,1%. Per noi l’obiettivo primario è recuperare il milione di posti di lavori perso dal 2008, per il quale la prima condizione è fare in modo che il Paese torni a crescere. Non dobbiamo accontentarci e andiamo avanti, con l’approvazione dei decreti attuativi del Jobs Act nei prossimi giorni, come promesso”.