Roberto Giachetti
Roberto Giachetti - Foto: Alessandro Paris / Imagoeconomica

“Annuncio la Giunta e le relative deleghe già due settimane prima del voto. Lo faccio parlando prima di tutti a voi, ai romani, attraverso Facebook. Lo faccio dopo aver scelto personalmente i nomi, senza vincoli e senza condizionamenti di nessun tipo. Lo faccio perché la nostra città può tornare a splendere solo se guidata da una squadra all’altezza del compito e solo grazie al coinvolgimento di tutti i romani. Serve un grande impegno collettivo per far ripartire la città. Gli uomini soli al comando o i candidati teleguidati non bastano più”. Così il candidato a sindaco di Roma per il centrosinistra Roberto Giachetti. ha presentato la sua giunta in caso di vittoria alle prossime elezioni amministrative.

 

Livia Turco, servizi sociali, welfare e immigrazione;
Silvia Scozzese, bilancio e razionalizzazione della spesa del Campidoglio;
Lorenza Baroncelli, rigenerazione urbana;
Carla Ciavarella, dirigente penitenziario, si occuperà di patrimonio-casa-progetti speciali e beni confiscati alla Mafia;
Claudia Servillo, ambiente e rifiuti;
Stefania Di Serio, trasporti;
Francesco Tagliente, ex Questore di Roma, sicurezza;
Marco Rossi Doria, scuola-università-formazione;
Marino Sinibaldi, cultura e turismo.

“Alfonso Sabella sarà mio capo gabinetto”, ha altresì annunciato Giachetti.

“Questa è la mia squadra – ha continuato Giachetti – sono romani per nascita, per adozione o per scelta: amano questa città, non sono espressione di partito o di corrente o lobby, sono professionisti che fanno lavori bellissimi. Non sono amici miei ma amici di Roma. A loro va la mia gratitudine per avere accettato la mia proposta prima di conoscere l’esito delle elezioni”. Giachetti ha anche parlato dei candidati a guidare i municipi che – ha detto – “trasformeremo da maxifrustrati a minisindaci. Saranno il pezzo di una squadra larga con cui tenterò di cambiare le cose coinvolgendo cittadini con meccanismi di partecipazione”.

“La giunta annunciata da Roberto Giachetti è per Roma una ventata di competenza, esperienza, legalità e moralità. La scelta di nominare sei donne su nove assessori, è un grande riconoscimento per chi, come Livia Turco, Silvia Scozzese, Stefania Di Serio, Lorenza Baroncelli, Carla Ciavarella e Claudia Servillo, si sono sempre impegnate con serietà e sobrietà nell’attività politica, gestionale e amministrativa. Una squadra di cui siamo orgogliosi, che consentirà a Roma di rialzarsi e di tornare a splendere”. Lo afferma la senatrice Giuseppina Maturani, vicepresidente del Gruppo Pd al Senato.

 

“Persone competenti, curricula indiscutibili e tante donne. I nomi della squadra che Giachetti ha fatto per amministrare Roma sono il segno evidente dell’idea di città che ha in mente: una moderna capitale europea che guarda al futuro con speranza, non lascia indietro nessuno e crede nella forza della sua storia”. Lo dice Walter Verini, deputato del Partito democratico. “Sono esperienze che rappresentano una garanzia per un governo all’altezza delle migliori tradizioni della capitale”, conclude Verini.