Ue Stato dell'unione

Il presidente della Commissione europea, Jean-Claude Juncker, nel suo discorso sullo stato dell’Unione al Parlamento Ue, oggi a Strasburgo, ha reso omaggio alla perseveranza e alla generosità dell’Italia nel gestire la crisi migratoria tra gli applausi dell’emiciclo. “Non posso parlare di immigrazione senza rendere un deciso omaggio all’Italia per la sua perseveranza e generosità”, ha detto Juncker durante il suo discorso. “Quest’estate, la Commissione ha nuovamente lavorato in stretta collaborazione con il primo ministro Paolo Gentiloni e il suo governo per migliorare la situazione, soprattutto nella formazione delle guardie costiere libiche. Continueremo a dare un massiccio sostegno all’Italia, sia operativo che finanziario”. Perchè l’Italia, ha aggiunto a questo punto, “salva l’onore dell’Europa nel Mediterraneo”.

Il presidente della Commissione europea ha poi sottolineato, “dobbiamo anche e urgentemente migliorare le condizioni di vita dei rifugiati in Libia. Sono atterrito dalle condizioni inumane che prevalgono nei centri di accoglienza e detenzione. Su questo, l’Europa ha una responsabilitá collettiva e la Commissione agirá di concerto con le Nazioni Unite per mettere fine a questa situazione scandalosa che non può durare”. Infine, Juncker ha evidenziato “anche se mi rattrista vedere che non tutti i Paesi la mostrano allo stesso livello, l’Europa nel suo insieme ha continuato a dar prova di solidarietà”.

 

Il presidente del Consiglio, Paolo Gentiloni, ha twittato il suo apprezzamento, ringraziando il riconoscimento di Juncker: