politiche giovanili
Image licensed by Ingram Image

“Oggi a Strasburgo abbiamo votato e approvato a larghissima maggioranza un finanziamento aggiuntivo di mezzo miliardo di euro per l’iniziativa europea in favore dell’occupazione giovanile, che conta su 1,2 miliardi di euro per il periodo 2017-2020, e abbiamo ottenuto che le assegnazioni avvengano tassativamente entro la fine del 2017. Ad oggi sono oltre un milione e mezzo i giovani che hanno avuto un sostegno per istruzione, formazione, occupazione. Più di 700.000 quelli che hanno firmato <patti di attivazione> e, anche alla luce del nuovo stanziamento, ci auguriamo che la Sicilia possa sfruttare appieno, superando decisamente ed urgentemente le difficolta del passato, una misura che nel resto d’Europa è molto apprezzata”.
Lo dichiara Michela Giuffrida, eurodeputato del Pd, dopo il voto di oggi al Parlamento di Strasburgo.
“Che il rilancio del Sud passi obbligatoriamente dall’incremento dell’offerta lavorativa e imprenditoriale giovanile da raggiungere attraverso una concreta e coordinata azione congiunta a tutti i livelli istituzionali – aggiunge Giuffrida – è dimostrato anche da quanto il Governo italiano e il ministro Claudio de Vincenti hanno contestualmente previsto nel Decreto Mezzogiorno e, in particolare, nella misura <Resto al sud> rivolta agli under 35 che hanno progetti di impresa ma non le risorse economiche per portarli avanti. In questo caso, grazie ad uno stanziamento da un miliardo e trecento milioni, il 35% del progetto sarà finanziato a fondo perduto mentre il resto deriverà da un prestito a tasso zero”.