26
November
26/11/2015

Avenue du Premier-Mars, Neuchâtel, Svizzera


La conferenza é organizzata nel quadro del progetto « J’ habite ici, je participe », finanziato dalla Confederazione elvetica e dal Cantone di Neuchâtel e gestito dall’associazione Feneci, federazione delle associazioni migranti di Neuchâtel.

 

L’obiettivo del progetto é creare azioni per incoraggiare la participazione ed il senso civico dei migranti residenti che, in questo Cantone, hanno il diritto di voto sia per le istituzioni comunali che cantonali.

 

Il Comites di Berna e Neuchâtel ha già lanciato diverse iniziative nel quadro del progetto ed é stato il promotore di quella che si terrà il 27 novembre.

 

L’altra associazione partnet è « Graine de genie », che organizza incontri con personaggi del mondo della politica e dell’economia, per un pubblico di studenti delle scuole superiori.

Perché invitare Ben Jelloun ?

 

In questi mesi di partecipazione alle azioni del suddetto progetto e di attività nel Comites, mi sono resa conto di quanto sia importante il dialogo e d il confronto con le altre realtà di migranti e soprattutto con le istituzioni locali.

 

La comunità italiana, le associazioni e le rappresentanze degli italiani all’estero devono fare un salto di qualità : se vogliamo continuare il nostro storico cammino verso una piu’ ampia integrazione nel territrorio di residenza, non possiamo solo rivolgere il nostro interesse alle pratiche italiane. E’ fondamentale creare reti con le altre comunità, proporre alle istituzioni elvetiche progetti ed azioni concrete con le quali condividere le nostre diversità.

 

In quest’ottica Ben Jelloun rappresenta un esempio concreto di questo spirito di prospettive : é uno scrittore marocchino che vive da anni a Parigi ed é molto conosciuto nel panorama letterario italiano e per i suoi articoli che appaiono sul quotidiano « La Repubblica ».

 

E’ la voce di tutti noi cittadini all’estero : un esempio di condivisione con il mondo della propria identità, perché, come afferma lo stesso ben Jelloun « Ogni uomo raccoglie in sé la condizione dell’umanità intera ».

 

Tahar ben Jelloun_locandina



Avenue du Premier-Mars, Neuchâtel, Svizzera