Quando l’Italia andò all’attacco e vinse!

Una partita? No, la partita del secolo. Città del Messico, mezzanotte (ora italiana) tra il 17 e il 18 giugno 1970. Alle due di mattina in Italia, il risultato finale: Italia-Germania 4-3.

 

Perché una semplice semifinale dei mondiali di calcio, si è caricata di così tanti significati, non solo sportivi, da quella notte e nei decenni a venire? Perché è diventata nella memoria collettiva di un intero popolo la partita del secolo? Perché quella sfida e non, ad esempio, la vittoria nella finale del mondiale spagnolo a Madrid dodici anni più tardi, che consacrerà l’Italia di Paolo Rossi campione del mondo?

 

Provare a rispondere non è facile, ma c’è un denominatore comune tra impresa sportiva e accadimenti sociali, culturali e politici di quel tempo. In un bel volume sull’evento, Nando Dalla Chiesa racconta con la partita “la storia di una generazione che andò all’attacco e vinse”.

 

Le riproduzioni delle figurine esposte sono tratte dall’album Mexico ’70 edito dalla Panini di Modena e dal volume FIFA World Cup 1970.

Testo introduttivo Andrea Bianchi e Stefano Sedazzari
Coordinamento Raffaele Caterino
Progetto espositivo Fausto Ferri
Allestimento Giorgio Tavernari
Grafica Ada srl
In collaborazione con Associazione Italiana Calciatori e Federazione Italiana Gioco Calcio

 

LA PARTITA DEL SECOLO

Domenica 30 agosto ore 20.00

con:
Milena Bertolini
Roberto Boninsegna*
Umberto Calcagno
Manuela Claysset
Nando Dalla Chiesa
Gabriele Gravina
conduce: Stefano Barigelli