“Un’altra bellissima notizia. Leggeremo con attenzione il dispositivo della Corte Costituzionale che da un altro colpo a una legge ingiusta, perchè ripeto la Legge 40 è una legge ingiusta”, commenta così la senatrice del PD Emilia De Biasi, Presidente della Commissione Sanità del Senato, in merito alla decisione della Consulta di far cadere il divieto di diagnosi preimpianto per coppie portatrici di malattie genetiche.

“Da quanto si apprende, l’intervento della Consulta sulla Legge 40 è del tutto coerente con i suoi precedenti pronunciamenti. Attendiamo di leggere la sentenza ma si buon ben dire che la cancellazione del divieto per le coppie fertili con patologie è davvero una buona notizia. Prosegue, dunque, pezzo dopo pezzo, lo smantellamento di una pessima legge”. Così la capogruppo del PD in commissione Affari sociali, Donata Lenzi, dopo le anticipazioni sulla decisione della Consulta.

Roberta Agostini, coordinatrice Donne Pd e deputata, aggiunge: “Grazie alla Consulta, cade oggi l’ennesimo divieto crudele e ingiusto stabilito dalla Legge 40. La sentenza – spiega Agostini – assesta l’ennesimo colpo a una legge che ha costretto tante coppie a viaggi della speranza e imposto un divieto assurdo al desiderio di maternità e paternità di molte persone. Si tratta quindi di un giorno importante: oggi si è compiuto un passo avanti sul cammino di un più pieno rispetto dei diritti fondamentali delle persone”, conclude Agostini.

****
Cade un altro divieto della legge 40. La Corte Costituzionale – a quanto si è appreso – ha dichiarato illegittimo il divieto di accesso alle tecniche di procreazione medicalmente assistita per le coppie fertili portatrici di patologie genetiche e il divieto di accedere alla diagnosi pre-impianto. Una decisione che dovrà essere ufficializzata dalla sentenza, ma che da un nuovo scossone alla legge 40 sulla fecondazione, norma che a colpi di sentenze e’ stata via via svuotata e modificata per renderla aderente ai parametri costituzionali. Una delle piu’ clamorose e recenti modifiche e’ stata quella sulla fecondazione eterologa.