Così ci scrive Alessandro, piccolo imprenditore, abbiamo leggermente modificato la lettera per renderla anonima anche perché è comune a quella di tanti altri. Alessandro ha chiesto l’erogazione di un prestito ai sensi del Decreto Liquidità e sta ancora aspettando una risposta. Non c’è alcuna ragione per questa attesa di risorse che servono certamente subito per dare ossigeno e fiducia ad un attività che non vogliamo lasciare sola.
Ci tengo anche ad aggiungere ad Alessandro che il bonus a cui fa riferimento non sarà una tantum ma aggiornato (e aumentato) con il Decreto Legge che nelle prossime ore verrà varato.
Abbiamo segnalato alla sede centrale della Banca in questione il suo caso, certi che questi ritardi devono essere presto risolti visto che il DL Liquidità ha semplificato le procedure proprio per garantire finanziamenti in tempi brevi. È davvero importante che il sistema delle imprese bancarie faccia la sua parte, ne va della salute dell’economia italiana, ne va quindi della solidità anche delle imprese bancarie.

——

Buongiorno, mi chiamo Alessandro. Sono titolare di una Cartolibreria sita in XYZ, provincia di Pescara.
In data 20 aprile ho inviato (secondo le modalità previste dall’istituto, ovvero invio tramite pec di “richiesta di finanziamento XYZ”, modulo 4 bis per la richiesta di garanzia, fotocopia del documento di identità, visura camerale e ultima dichiarazione fiscale presentata) alla banca presso cui sono correntista con la mia ditta individuale la richiesta per il finanziamento fino al 25 mila euro con garanzia pubblica.

Visto che non è la mia filiale di riferimento ad occuparsi della richiesta,essendo gestita direttamente dalla sede centrale e non avendo ricevuto alcuna risposta, nei giorni scorsi ho anche inviato una richiesta di informazioni sullo stato di lavorazione dalla pratica anche al call center della banca; ma anche in questo caso nessuna risposta.

Rientrando nel 25% del fatturato e viste le esigenze ed impegni delle prossime settimane/mesi, l’importo richiesto è di 25 mila euro.
Specifico che nonostante la garanzia prevista dal Decreto Liquidità, durante il periodo dei 24 mesi di pre ammortamento terminerò di pagare anche gli attuali impegni quindi non correrò neanche il rischio di eccessivo carico di rate mensili; inoltre non ho mai avuto problemi di segnalazioni.

Sono fiducioso che questo vostro servizio/impegno di raccolta delle segnalazioni possa aiutare concretamente le Istituzioni nel proprio lavoro affinché le banche lavorino nella correttezza e nella rapidità sperate.
Al momento questa iniziativa prevista dal DL Liquidità è l’unico aiuto concreto in favore delle piccole imprese individuali come la mia che non godono altrimenti di nessun altro sostegno , salvo il bonus una-tantum di marzo, certamente utile ma solo per la copertura delle spese familiari.