Così ci scrive Lisa, lavoratrice piemontese ma che lavora in Lombardia, e così dobbiamo constatare ancora una volta che non ci siamo. L’Associazione Bancaria Italiana ha chiarito che per la Cassa integrazione in deroga non è necessario attendere il modulo SR41, modulo disponibile solo dopo l’autorizzazione del provvedimento di autorizzazione. Purtroppo invece molte banche continuano a richiederlo rendendo impossibile l’anticipazione sociale.
A ciò la lentezza con cui alcune Regioni, tra cui Regione Lombardia, sta portando avanti l’invio dei flussi verso l’INPS lascia in una forte incertezza i lavoratori, si pensi che la Lombardia ha iniziato ad inviare i flussi solo il 20 aprile contro (a titolo di esempio) il Lazio 2 aprile ed il Veneto 10 aprile.
Siamo solidali con Lisa, i ritardi di Regione Lombardia e le errate richieste della Banche stanno togliendole un diritto previsto dal DL Cura Italia che è necessario per proteggere e sostenere i lavoratori in questa fase così complicata.

****

Buongiorno,
Vorrei segnalare l’impossibilità di richiedere l’anticipo della CIG in banca perché manca un documento dalla mia azienda.

Risiedo in Piemonte (prov. di Novara) ma lavoro in Lombardia (prov. di Como); la banca chiede di avere copia del modulo SR41, la mia azienda dice di non averlo ancora inviato ad INPS perché in attesa della risposta alla domanda di Cassa Integrazione fatta a Regione Lombardia.

Perciò io e tutte le colleghe siamo senza stipendio e senza CIG a causa della Reg. Lombardia.

Grazie per sollecitare chi di dovere.