“La legge di stabilità tecnicamente parlando è straordinaria. Sta venendo veramente bene. Metteremo delle regole che permetteranno a tutti di tornare a investire sul futuro”. Lo ha detto il presidente del Consiglio, Matteo Renzi, a Rtl 102.5. “Se l’Italia riparte sono convinto che i numeri cambieranno in modo molto rapido”, “, ha esordito così il presidente del Consiglio, Matteo Renzi, intervistato a Rtl 102.5. Tanti gli argomenti abbracciati durante l’intervista: dalle unioni civili alle pensioni, al Giubileo.

Unioni civili. “Le unioni civili sono un argomento che divide profondamente tant’è che siamo l’unico Paese in Europa senza una legge. La posizione del PD è iniziare a discutere di questa legge in Aula, dandoci tempi per arrivare alla conclusione in Senato. Il primo passo è l’incardinamento e io spero che ci si possa arrivare già nelle prossime ore. L’importante è che sia una discussione senza furore ideologico. Credo che, nonostante le differenze, ci sono spazi per arrivare a una sintesi”.
Sulla stepchild adoption “credo che ci sarà una grande discussione in Senato perchè sia nel PF che negli altri partiti ci sono posizioni diverse. Che la legge si debba fare e non si possa rimandare lo pensano tutti, sulle stepchild adoption non puoi dire ‘o cosi’ o pomì’. Sul 95 per cento della legge c’è l’accordo di tutti. Restano ancora alcuni temi sui quali confrontarsi, come quello dell’adozione del figlio del partner, sul quale ci sarà una grande discussione in Senato. Non ci sarà una posizione del governo su una questione che riguarda la libertà di coscienza”, ha concluso.

Lavoro. “Lo sgravio contributivo sui nuovi assunti è una sorta di incentivo, ma non lo puoi tenere per sempre, se è un incentivo prima o poi deve finire. Quest’anno lo confermiamo, ma nel 2018 finirà del tutto e ci sarà una misura strutturale di abbassamento del costo del lavoro con l’Ires, misura per cui andremo al 24%, con un livello sotto quello della Spagna e diventiamo il primo Paese tra quelli grandi”.

Lotta all’evasione fiscale. “Con la legge di stabilità il limite della spesa in contanti verrà rialzato a 3mila euro. L’obiettivo è riportare i livelli del contante alla media europea: oggi non si può spendere più di 999 euro in contante, riportare il limite a 3mila euro – il livello francese – vuole incoraggiare di nuovo i consumi. Insomma, facciamo la lotta all’evasione, ma non andiamo al terrore. Se uno ha la possibilità di spendere soldi, fino a 3mila euro, lo faccia. In passato si è fatta una grande battaglia contro l’evasione, e sono assolutamente d’accordo. Ma non sono d’accordo sul metodo: non mettendo la finanza che gioca a nascondino fuori dai negozi. Col telefonino controllo tutto di tutti, con gli strumenti bancari controllo tutto di tutti… L’anno scorso abbiamo avuto quasi 4 miliardi in più di gettito Iva, attraverso l’Information technology recuperi molta più evasione che giocando al gatto e al cane sulle strade”.

Pensioni. “La cosa sulle pensioni si fa, ma non si fa arraffazzonata, improvvisata. Dobbiamo essere sicuri che si facciano pasticci. Di alcune leggi fatte in maniera improvvisata in passato le conseguenze ammontano ad alcuni miliardi di euro. Preferisco aspettare qualche mese, sentire anche le persone e fare le cose per bene”. Il premier assicura: “Sono pronto a chiuderla nell’arco di pochi mesi. Ne ho parlato anche con Boeri. Ne parlerò con Poletti. Vogliamo ascoltare quella fascia di persone in procinto di andare in pensione, anche per avere una stima di quante sono”.

Roma. “Se il sindaco Marino conferma le dimissioni, parte il commissario prefettizio e si vota con gli altri Comuni”, ha spiegato Renzi. Mentre “ìper aspettare la fine del Giubileo bisognerebbe che ci fosse un evento eccezionale, che ad oggi non vedo. E proprio su Giubileo: “Stiamo preparando una squadra bella tosta per il Giubileo. Non dirò un dream team, ma una bella squadrettina di più persone che possa tentare di dare una ripulita a Roma”.