La direzione nazionale del Pd ha approvato all’unanimità l’odg presentato da Gianni Cuperlo affinché sia fatta verità e giustizia sul sequestro, la tortura e l’uccisione di Giulio Regeni.

 

“La recente audizione di Paola Deffendi e Claudio Regeni (i genitori di Giulio) e dell’avvocata Alessandra Ballerini (legale della famiglia) presso la commissione parlamentare d’inchiesta sulla morte di Giulio Regeni ha restituito un quadro allarmante dello stato attuale della battaglia per ottenere verità e giustizia sul sequestro, la tortura e l’uccisione di un ricercatore italiano di 28 anni.

 

In particolare reiterati sabotaggi, depistaggi e le reticenze del governo e delle autorità egiziane, assieme alle ombre e alle timidezze manifestate in numerosi passaggi dalla politica e dalla diplomazia italiana, anche dopo il rientro del nostro ambasciatore al Cairo, hanno spinto i genitori di Giulio a chiedere con forza e passione un impegno più intenso e determinato da parte del governo e delle istituzioni tutte.

 

La Direzione del Partito Democratico fa appello al Presidente del Consiglio e al Ministro degli Esteri affinché richiedano all’ambasciatore italiano in Egitto tutti i necessari chiarimenti e le verifiche sull’operato della nostra delegazione per rilanciare la cooperazione giudiziaria in merito alla morte di Giulio Regeni, confermando il carattere non ordinario delle relazioni politico-diplomatiche tra l’Italia e l’Egitto fino a quando non si giunga a una completa chiarezza sui mandanti e i responsabili materiali dell’uccisione di Giulio“.