Imagoeconomica

“Ci risiamo, Salvini lancia il sasso, nasconde la mano e scappa dai processi. Oggi a Torino si ripete il copione tanto caro al vicepresidente del Consiglio: non si presenta in tribunale dove deve rispondere di vilipendio all’ordine giudiziario. Come per il caso della nave Diciotti, prima fa la voce grossa, tuonando contro la magistratura, poi quando la situazione diventa seria, ogni scusa è buona per sottrarsi ai processi. Oggi si chiama legittimo impedimento, chissà cosa inventerà la prossima volta.

 

Oggi a Torino si ripete il copione tanto caro al vicepresidente del Consiglio: non si presenta in tribunale dove deve rispondere di vilipendio all’ordine giudiziario

 

Da un vicepresidente del Consiglio e Ministro della Repubblica italiana ci si aspetterebbe ben altro comportamento, ovvero senso di responsabilità e rispetto delle Istituzioni. Salvini invece non perde occasione di fare la morale a tutti per poi scappare quando tocca a lui farsi giudicare da un tribunale”. Così il deputato Pd Walter Verini.