Di Passfahrer - Opera propria, CC BY-SA 3.0, https://commons.wikimedia.org/w/index.php?curid=3760203

All’approvazione del nuovo codice appalti “si lega un lavoro straordinario, certosino, di sblocco delle opere pubbliche incagliate. Siamo l’unico Paese al mondo che sta facendo tre tunnel, tre opere strepitose per il collegamento con l’Europa: il Gottardo che si inaugura il primo giugno con la Svizzera, il Brennero che abbiamo sbloccato noi e ci collega all’Austria, la Torino-Lione con la Francia. Stiamo investendo 28 miliardi di euro, ovviamente cofinanziati, per collegarci con l’Europa”. Così il premier Matteo Renzi in conferenza stampa a Palazzo Chigi dove ha illustrato, insieme al ministro per le Infrastrutture Graziano Delrio, i punti principali del nuovo codice degli appalti.

 

Nel corso della conferenza il premier ha dedicato un passaggio alla questione del Brennero, e rivolgendosi agli “amici austriaci” ha puntualizzato che “l’amicizia è un grande valore, il rispetto delle regole è condizione dell’amicizia e quindi, se qualcuno ha da dare dei messaggi di politica interna per ragioni politiche comprensibili nazionali, noi lo rispettiamo, ma il Brennero è un simbolo troppo importante nella storia di questa Italia per divenire oggetto di competizione all’interno di singole vicende nazionali”.

E ha concluso annunciando “richiameremo tutti i Paesi a cominciare dagli amici e alleati al rispetto delle regole europee”.