Mimmo Lucano
©Imagoeconomica

“Questa mattina ci siamo svegliati con la pessima notizia dell’arresto del sindaco di Riace, Domenico Lucano“. Lo afferma Daniele Viotti, parlamentare europeo del PD, impegnato sul tema dei diritti civili, commentanto l’arresto del sindaco con l’accusa di favoreggiamento dell’immigrazione clandestina.

“Naturalmente ho la massima fiducia nella magistratura, seguirò il corso delle indagini. Vorrei solo fare una puntualizzazione di carattere politico.  Tra i capi di imputazione pare ci sia anche il reato di favoreggiamento dell’immigrazione clandestina. Il sindaco di Riace è stato un simbolo dell’accoglienza, ma sono tanti i Sindaci che come lui accolgono migranti e fanno progetti di integrazione e inserimento”.

“Non vorrei che quello che è accaduto questa notte fosse visto come un avvertimento – prosegue Viotti – come un modo di dire “state attenti a quello che fate in questo Paese”.

 

“Il clima che viviamo in Italia è chiaro da diversi mesi: attacchi alle ong definite taxi del mare, attacchi ai sindaci, e ora questo arresto.
Il Ministro Salvini sta già marciando su questa storia e sembra fare allusioni sul fatto che chi fa accoglienza sia un criminale. Dal punto di vista politico è un fatto molto grave. Non è questo il clima in cui vogliamo vivere.
Voglio esprimere la massima solidarietà a tutti i Sindaci che ogni giorno fanno un lavoro durissimo”, conclude Viotti.

 

“Nessun commento sulle decisioni dei magistrati, resta però il lavoro di #MimmoLucano, il suo impegno ad accogliere. La sua sfida a integrare gli immigrati per affermare la cultura della solidarietà e della pace. #Riace”. Lo scrive su Twitter il Senatore PD, Ernesto Magorno.

 

E ancora su Twitter il commento di Monica Cirinnà, senatrice del PD:

“Aspetto di capire con grande fiducia le motivazioni dei magistrati, ma sappiamo tutti che in Italia l’accoglienza e l’integrazione passano chiaramente attraverso il duro e difficile lavoro dei sindaci. Solidarietà a #MimmoLucano #Riace”.